kelly-sikkema-8jjQ4hmCOcM-unsplash

Come si progetta un acquisto consapevole?

In un mondo complesso, denso di stimoli e prodotti anche un semplice acquisto è diventato frutto di un progetto. Spesso si cerca la via mediana tra convenienza, utilità e appagamento psicologico e si investe più tempo del dovuto nel prendere una decisione.

Immaginiamoci quindi una situazione in cui ci si sta orientando verso l’acquisto di un bene, come possiamo orientarci senza perdere tempo?

Anche in questo caso ci torna utile uno strumento che viene utilizzato nella progettazione professionale il “card sorting”. Questo strumento viene usato dai designer per organizzare conoscenza ed è estremamente semplice da utilizzare, senza bisogno di tecnologie o ausili particolari. Come in altri contesti ci bastano dei foglietti di carta.

Giusto per dare qualche informazione in più sul card sorting diciamo che ne esistono diverse tipologie:

  1. Card Sorting Aperto: che partendo da uno stimolo iniziare si ha maggiore libertà nel razionalizzare le informazioni.
  2. Chiuso: si ha sempre un set di informazioni iniziali ma in questo caso si hanno già dei confini nei quali organizzare il materiale di partenza.
  3. Inverso: in questo caso si ha già una struttura organizzata e tramite dei test si valida l’organizzazione.
  4. Delphi-Modificato: in cui un solo partecipante propone una soluzione e il resto del gruppo la valida.

Per scegliere cosa acquistare a quale tipologia di card-sorting possiamo ispirarci?

Sicuramente un’ibridazione tra il chiuso e il Delphi modificato e questo si traduce nella creazione di un set di informazioni per noi sensibili per poi organizzarle e se riusciamo chiedere un veloce feedback alle persone che vivono con noi. Facciamo un breve esempio:

Voglio comprare un nuovo frigo e il mercato mi offre decine di soluzioni. Anche se ci si rivolge ad un venditore bisognerà fornire delle informazioni e queste potrebbero essere il risultato del nostro card sorting.

  1. Su dei foglietti scrivo le caratteristiche da considerare: budget, spazio a disposizione, consumo, capienza, estetica etc.
  2. Scrivo su altri foglietti scrivo il perché mi è sorta la necessità di valutare il prodotto come ad esempio la sostituzione di un vecchio prodotto obsoleto o il trasloco o un regalo.
  3. Infine scrivo us altri foglietti 4-5 prodotti selezionati o consigliati

Analizziamo i risultati

A questo punto associo i miei appunti ai prodotti selezionati creando un quadro visivo delle opportunità e limiti delle singole scelte. La vista d’insieme ci aiuta a confrontare facilmente gli scenari ipotetici e facilitare il confronto con le persone vicine.

 

 

 

Leave a comment